Home Televisione Premio della critica Mia Martini Sanremo 2019: l’ha vinto…

Premio della critica Mia Martini Sanremo 2019: l’ha vinto…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:01

Questa sera andrà in onda l’ultimo appuntamento con il 69esimo Festival di Sanremo, attesissima è la premiazione della canzone che più avrà convinto il pubblico. Ma oltre al primo premio, ci si chiede chi si aggiudicherà il prestigioso Premio della critica Mia Martini.

Premio della critica Mia Martini Sanremo 2019: l’ha vinto…

In diretta dal teatro Ariston di Sanremo, questa sera su Rai1 andrà in onda la finalissima del Festival di Sanremo 2019, con un’attesa intensa e irrefrenabile per scoprire finalmente chi avrà la meglio in questa vivace edizione di kermesse sanremese. Se tra i favoriti del primo premio emerge il nome di Ultimo con il suo brano I tuoi particolari, canzone che ha incantato molti e ha subito riscosso molto successo tra il pubblico, chi è invece il favorito per il prestigioso Premio della Critica Mia Martini? In testa tra i favoriti per il premio della critica, Loredana Bertè, Daniele Silvestri, Mahmood e Simone Cristicchi. Le quattro canzoni favorite, sono piuttosto diverse tra loro sia sotto il profilo contenutistico sia sotto quello del sound. Cosa ti aspetti da me di Loredana Bertè, è un pezzo contraddistinto da grinta ed energia, condito anche con una buona dose di sfrontatezza e rabbia, un mix intenso di tutte le caratteristiche che hanno reso la Bertè una vera icona. I brani di Silvestri e di Cristicchi, dal tono quasi sussurrato, trattano di due argomenti molto diversi, ma aventi come unico denominatore l’impegno e la profondità dei loro testi. Come d’altronde quello di Mahmood, incentrato sulla denuncia di opportunismo e sfacciata superficialità.

Una vittoria combattuta

Stando ai pronostici più recenti, sembrerebbe che tra i quattro artisti sopracitati, soltanto uno sia quello più vicino in assoluto alla vittoria, e si tratta di Loredana Bertè. La Bertè ha dimostrato durante questa 69esima edizione di Festival, di essere ritornata a graffiare, ad imporsi con la sua energia e la forte passione per la musica, quella viscerale passione che l’ha resa una delle più rivoluzionarie.