Home Televisione Virginia Raffaele Sanremo 2019 fuoriclasse insieme alla Vanoni

Virginia Raffaele Sanremo 2019 fuoriclasse insieme alla Vanoni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57
Virginia Raffaele grammofono, Sanremo 2019

Virginia Raffaele sarà anche stasera, 8 febbraio 2019, sul palco del Teatro Ariston a Sanremo per la quarta serata del Festival. La conduttrice e comica romana non ha convinto, a volte, i telespettatori che quello fosse esattamente il suo ruolo. Forse troppo formale per una personalità tanto estrosa e irriverente, ma ieri la Raffaele si è guadagnata un meritatissimo applauso grazie alla scenetta insieme alla Regina dell’autoironia, Ornella Vanoni.

Virginia Raffaele Sanremo 2019

Nella serata del Festival di ieri, la Raffaele ha dato sfogo ad un esilarante duetto insieme ad Ornella Vanoni. La Vanoni è da sempre una delle “vittime” di Virginia Raffaele che ne fa un’imitazione fedele e davvero divertente. La Vanoni, ironica e lapidaria, ha detto Virginia mi ha rovinato la vita, mi fa passare per una rimbambita” riferendosi alle imitazioni della comica romana durante la scorsa edizione del Festival di Sanremo.

Oltre a tante risate e ad un dialogo informale di giusto calibro, la Vanoni e la Raffaele hanno poi cantante insieme. Il duetto prevedeva l’interpretazione di “La gente e me”, di Cataneo Veloso. Sui social lo sacchetto è stato apprezzato e ancor di più l’ironia della cantante che, grazie ad essa, si è accaparrata complimenti e messaggi positivi da tutto il web.

Purtroppo le cose non sono sempre così distese e rilassate; infatti dall’inizio di questa sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo, le critiche mosse contro i conduttori sono state diverse. Nemmeno Virginia Raffaele si salva da queste e su internet è frequente leggere che la comica romana non sappia uscire dal suo ruolo di imitatrice e che durante la conduzione di questo Festival non stia facendo altro che imitare la ex conduttrice Michelle Hunziker. Fino ad ora nessuno fra i conduttori ha avuto modo di replicare alle critiche mosse contro di loro e, forse, non è nemmeno nel loro interesse. Perché, in fondo, Sanremo è Sanremo ed è la musica che deve vincere, non le malelingue.