Home Dvd Fracchia contro Dracula ristampato in dvd

Fracchia contro Dracula ristampato in dvd

CONDIVIDI

Ipertimido, goffo e sfortunato, il personaggio del ragionier Giandomenico Fracchia è conosciuto al grande pubblico d’inizio terzo millennio, senza alcun dubbio, grazie al lungometraggio cinematografico Fracchia la belva umana, diretto nel 1981 da Neri Parenti e nel quale finisce scambiato in maniera esilarante per un pericoloso criminale incredibilmente somigliante a lui.

In realtà, però, il compianto Paolo Villaggio – che lo creò e lo interpretò – lo portò per la prima volta sullo schermo nell’ambito della trasmissione televisiva Quelli della domenica, risalente addirittura al 1968.

Insieme al prestigiatore tedesco Kranz e al mitico Ugo Fantozzi, una delle principali maschere del comico genovese, tanto che, sempre sotto la regia del citato Parenti, la riportò nelle sale in Fracchia contro Dracula, avventura da ridere in salsa horror, un po’ come quelle che diversi decenni prima videro protagonisti negli Stati Uniti i Bud Abbott e Lou Costello ribattezzati in Italia Gianni e Pinotto.

Avventura che prende il via all’interno di un cinema in cui viene proiettato Il ritorno dei morti viventi, per poi tirare in ballo un Fracchia venditore di immobili fallito e a rischio licenziamento che, costretto a concludere ad ogni costo un contratto al fine di evitare il peggio, ha come capo lo stesso Paul Muller che fu in precedenza il Visconte Cobram nella saga fantozziana.

Saga da cui, oltre al Plinio Fernando scorgibile in una fugace apparizione “mostruosa”, proviene il Gigi Reder anche in questo caso calato nei panni del ragioniere Filini, che, possibile acquirente di un antico castello sito in Transilvania, vi si reca insieme al sempre più imbranato Giandomenico per dargli un’occhiata prima di appropriarsene.

Ed è vagamente il plot de La casa stregata con Renato Pozzetto – non a caso, prodotto dallo stesso Achille Manzotti che qui presenta – a tornare alla memoria man mano che il sessualmente illibato personaggio incarnato da Villaggio finisce nelle mire dei due molto poco raccomandabili proprietari dell’inquietante maniero: il conte succhiasangue Dracula e la sorella Oniria, ovvero l’Edmund Purdom di Sinuhe l’egiziano e la craxiana Ania”Tenebre”Pieroni.

Mentre una Isabella Ferrari doppiata si unisce al cast nel ruolo della cacciatrice di vampiri Luna e, al di là delle immancabili gag “dolorose” che arrivano stavolta a sfruttare anche una vergine di Norimberga (!!!), non mancano neppure trovate trash come quella dell’automobile che s’impenna nitrendo alla maniera di un cavallo.

Senza contare un mostro di Frankenstein sotto il cui trucco abbiamo il Romano Puppo dalla ricchissima carriera di genere (Il cittadino si ribella e Robowar – Robot da guerra nel curriculum) ed esilaranti equivoci con un maggiordomo non vedente… fino al matrimonio a base di invitati zombi della oltre ora e venti di visione che, atta chiaramente a miscelare le cupe atmosfere dei vecchi film dell’orrore della britannica Hammer e lo humour demenziale di colui che avrebbe anche lavorato per Federico Fellini ne La voce della luna, è Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it) a ristampare su supporto dvd.

Francesco Lomuscio