Home Dvd “Bus 657”: il blu-ray

“Bus 657”: il blu-ray

CONDIVIDI

Quelle facce che contano

È risaputo che, per mettere in piedi un film composto da una trama di genere crime, occorre sempre un cast di prim’ordine, che non lasci alcun dubbio sulla veridicità degli eventi descritti e dei personaggi coinvolti.

Bus 657 di Scott Mann (regista di The tournament) è un titolo che si basa molto sull’utilizzo degli attori, considerando la presenza di volti famosi del calibro di Jeffrey Dean Morgan di The Walking Dead, Dave Bautista di Spectre, Kate Boswtorh di Superman returns e Gina Carano di Knockout – Resa dei conti, senza dimenticare Sua Maestà Robert De Niro, che per l’occasione ricopre il ruolo di uno spietato boss.

Bus 657 è un thriller teso e avvincente, ambientato per lo più a bordo di un autobus preso in ostaggio da un gruppo di rapinatori disperati, come fosse un incrocio tra Speed di Jan de Bont e Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana di Tony Scott (a suo tempo remake de Il colpo della metropolitana – Un ostaggio al minuto di Joseph Sargent).

Il numero della speranza

Dipendente di un casinò da diversi anni, il croupier Luke Vaughn (Morgan) è un padre amorevole e, allo stesso tempo, disperato, considerando che sua figlia è gravemente malata e bisognosa di cure costose per poter guarire.

L’unico modo per poter risolvere la questione è chiedere un prestito al suo capo, il padrone del locale chiamato The Pope (De Niro); quest’ultimo, però, spietato boss smosso da un preciso codice morale, gli nega la somma richiesta, ovvero trecentomila dollari.

Ormai senza speranza, l’unico tentativo per Luke è partecipare ad un colpo, insieme alla guardia di sicurezza Jason Cox (Bautista), e il luogo da svaligiare è proprio il casinò dove lavorano.

Derubare Pope, però, è equivalente al condannarsi a morte e, quando qualcosa andrà storto, per i rapinatori l’unico modo di salvarsi sarà prendere in ostaggio un bus pieno di gente: il veicolo numero 657.

Nel mezzo dell’adrenalina

Thriller teso e ricco di personaggi cardine ben delineati, Bus 657 mostra subito i suoi punti di forza descrivendo alla perfezione il regno criminale che smuove il casinò dove prende avvio la storia.

Lo script a firma di Stephen C. Sepher (che nel film interpreta Dante, amico di Jason) e Max Adams giostra degnamente approfondimenti psicologici e momenti fondamentali, portando lo spettatore nel mezzo di una fuga senza sosta ricca di spunti adrenalinici.

In tutto ciò gioca bene il proprio ruolo ogni singolo interprete coinvolto: Morgan protagonista senza macchia ed intenzionato ad uscirne fuori in modo pulito, Bautista criminale dai metodi spicci e poco ragionevoli, Carano poliziotta pronta a capire cosa c’è dietro il destino di Luke, un Morris Chestnut spietato e spalla destra di Pope e, infine, De Niro boss, con i suoi controversi punti di vista sulla vita, sia criminale che familiare.

Con Bus 657, quindi, il regista Mann firma un ottimo prodotto di intrattenimento, ricco di spessore ed emozioni forti, con l’aggiunta di un finale spiazzante e ben assestato.

Edito in blu-ray da CG Entertainment (www. cgentertainment.it) in collaborazione con Minerva Pictures e Mustang Entertainment, provvisto di trailer originale nella sezione riservata ai contenuti speciali.

Mirko Lomuscio