Home News Alcune curiosità sulla serie televisiva “Fantaghirò”

Alcune curiosità sulla serie televisiva “Fantaghirò”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10
CONDIVIDI

fantaghirò

Ricordate Fantaghirò, la serie televisiva di Lamberto Bava che, ispirata alla fiaba di sole tre pagine Fanta-Ghirà, persona bella di Italo Calvino, venne trasmessa per la prima volta nel dicembre del 1991?

Inizialmente, doveva intitolarsi La grotta della rosa d’oro (titolo con cui è stata comunque trasmessa in Inghilterra e Francia), in riferimento al luogo nel quale, all’interno del primo capito della saga, si svolgono alcuni dei momenti più significativi.

La protagonista Alessandra Martines, la cui popolarità è arrivata proprio grazie alla serie (tra l’altro, nella versione francese si doppia da sé) e che ha esordito nel mondo dello spettacolo come ballerina, è la cugina di secondo grado della ex modella, attrice e cantautrice Carla Bruni, terza moglie dell’ex presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy e sorella di Valeria Bruni Tedeschi, anche lei attrice (oltre che regista e sceneggiatrice).

fantaghirò

Kim Rossi Stuart, che si era presentato al provino per ottenere la parte di Romualdo a soli ventidue anni anni, dopo due film della serie aveva espresso la sua volontà di non voler più interpretare il personaggio, tanto che ogni sequel della saga è stato sviluppato in base alle scelte dell’attore di rimanere o meno all’interno del cast (ha interpretato solo i primi tre capitoli).

fantaghirò-curiosità

Non a caso, anziché di cinque capitoli, la si sarebbe dovuta costituire di sette, in quanto, dopo il quarto, doveva esservi una nuova trilogia nella quale la Martines avrebbe viaggiato all’interno di mondi paralleli per poi fare ritorno a casa nel corso dell’ultimo capitolo, il settimo; però, dal momento che Kim Rossi Stuart aveva scelto di abbandonare definitivamente il cast, per il finale del quarto capitolo venne appositamente creata una trama nella quale Romualdo rimaneva vittima di un maleficio e, a causa dell’assenza dell’attore, nel momento in cui la protagonista lo bacia sono state riprese le stesse identiche scene del finale del primo capito, con l’unica differenza che i dialoghi sono stati doppiati e modificati.

Nel ruolo di Tarabas a partire dal terzo capitolo della serie, Nicholas Rogers è stato scelto in quanto, nel corso del suo primo provino, si dichiarò in grado di cavalcare, per poi rivelarsi – appena cominciarono le riprese – tutt’altro che in grado di montare a cavallo.

ceca4210ef6dc5a7f2cbfdc07680b80a-w620

Interpretato da Brigitte Nielsen il personaggio della Strega Nera riscosse talmente tanti consensi da parte del pubblico che il regista decise di riproporlo anche nei tre successivi capitoli della saga cult; mentre Angela Molina ha recitato nel primo capitolo della saga sia il ruolo della Strega Bianca che quello del Cavaliere Bianco e, nel corso delle registrazioni del secondo capitolo, venne sostituita dall’attrice Katarina Kolajova, che diventò l’interprete del personaggio della Strega Bianca.

fantaghiro_2_6

La fiaba di Calvino, tra l’altro, trae ispirazione da una novella risalente al 1880, scritta da Gherardo Nerucci e inserita all’interno delle Sessanta novelle popolari montalesi. Per quanto riguarda le riprese, è stata girata quasi interamente nelle zone della vecchia Cecoslovacchia, nelle quali viene inquadrato più volte il castello di Bouzov nominato nella serie come il Castello di Fantaghirò; ma, dopo i primi tre capitoli, il cast si è spostato prima in Thailandia e poi a Cuba.