Home News Parla Toby Sheldon, l’uomo che si è fatto operare per somigliare a...

Parla Toby Sheldon, l’uomo che si è fatto operare per somigliare a Justin Bieber

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50
CONDIVIDI

Dopo avervi mostrato l’uomo che ha speso una fortuna per somigliare a Ken di Barbie, il tizio che ha rischiato la morte pur di essere simile a Hulk, Carolyn Anderson che ha speso ben 37mila dollari pur di somigliare a Pamela Anderson, la ragazza che si è fatta togliere le costole per essere uguale a Jessica Rabbit, il filippino che si è operato 13 volte per essere identico a Superman, un’attrice giapponese che dopo svariati interventi estetici è simile all’elfo di Harry Potter, Adam Guerra che ha sperperato un capitale pur di essere la copia di Madonna, Penny Brown ossessionata dalle forme giunoniche di Jessica Rabbit, oggi vi mostriamo un altro caso umano che ha dell’incredibile.

Toby-Sheldon

“Se vogliono dipingermi come uno stalker ossessionato da Justin Bieber che facciano pure, immagino che la cosa porti la gente ad interessarsi a me, ad ascoltarmi e a capire che non è questo il caso. Cioè, mi piace l’aspetto di Justin, tutto qui. Non ho nessun problema ad essere dipinto come folle o stravagante. So che non lo sono, e tanto mi basta”.

A parlare è il 33enne Toby Sheldon, l’uomo che ha speso 100.000 dollari (circa 74.000 euro) per sottoporsi a una serie di interventi di chirurgia plastica per poter somigliare a Justin Bieber, ma che non sembra essere affatto pazzo.

È un cantautore determinato a far crollare i pregiudizi della società attorno alla chirurgia plastica e che non è assolutamente un fan di Bieber, ma di quella “oscura musica anni Ottanta della quale la gente non è probabilmente a conoscenza”.

Toby-Sheldon-Justin-Bieber-Plastic-Surgery-Strange-Addiction-Photos-Video1

La sua carriera è iniziata in Germania e ha spedito demo a varie etichette, sulle quali osserva: “Ad alcune erano piaciute le mie canzoni, ma immagino abbiano pensato fosse difficile piazzarmi sul mercato come artista emergente. Poi sono stato contattato dall’etichetta che gestisce le edizioni della Sony, ed è tutto partito da lì. Si sono concentrati più sulle canzoni che sul piazzarmi sul mercato. “Al tempo, il mercato da quelle parti era parecchio saturo. Non sono nemmeno il miglior cantante al mondo, quindi forse anche questo ha fatto la sua parte. In ogni caso penso di saper scrivere meglio di quanto canti, quindi non è stata una grande sorpresa per me”.

Trasferitosi nel 2001 a Los Angeles, Toby e un suo collega si guadagnavano da vivere scrivendo canzoni per artisti europei, poi, verso i vent’anni ha cominciato a perdere i capelli e ha cercato di farseli impiantare con una serie di operazioni che non hanno sortito il risultato sperato.

Toby-Sheldon-il-33enne-che-spende-100-mila-dollari-per-somigliare-a-Justin-Bieber

Quasi un decennio prima dell’ascesa di Bieber, Toby aveva una vaga visione di se stesso con il ciuffo e, quando la giovane star esordì sul mercato musicale, gli fece venire voglia di provare a sembrare più giovane. Quindi, nel tentativo di trovare qualcuno che potesse garantirgli “un ciuffo alla Bieber”, ha iniziato una lunga ricerca culminata in due trapianti ad opera di un medico di New York, ma ciò non bastò, in quanto prosegue: “Guardavo le foto di Justin e notavo delle differenze. Mi chiedevo Perché non sembro giovane anch’io? I capelli ce li ho. Sono andato da tanti dottori diversi che mi hanno trattato con il botulino, il laser e alcune iniezioni dopo le quali iniziò a esserci una qualche differenza; avevo l’aspetto un pochino più giovanile, ma non ancora al punto di essere fermato per strada per ricevere complimenti; così mi sono informato sui trattamenti usati dalle celebrità. Ho trovato una dermatologa a Brentwood. Quando mi sono sottoposto alle sue iniezioni ho capito che erano tutt’altra cosa. Lei riusciva davvero a capire l’estetica che stavo cercando, e capiva cosa rende giovane un volto. Le ho detto del mio desiderio di somigliare più a Justin, o di sembrare ancora più giovane, e così mi ha consigliato di andare dal chirurgo dal quale poi ho rifatto le labbra”.

Toby-Sheldon-right-spend-tho

Dopo un’infinità di lifting, iniezioni e operazioni agli occhi, Toby ha finalmente realizzato il suo sogno di giovinezza eterna, tranne per il fatto che ogni dieci anni deve ritoccarla un po’. E conclude: “Quando vai per i 30 cominci a notare dei cambiamenti. Noti che alcune parti del tuo corpo non sono più belle come una volta, e secondo me se aspetti di avere 40 o 50 anni per farti un lifting è peggio, perché la forma del visto sarà già cambiata. Bisogna parlarne di nascosto e nessuno può dire niente apertamente, anche se è una cosa che fanno tutti. Ma ci sono un sacco di truffatori là fuori che non faranno altro che rovinarti e prendere i tuoi soldi. Spero solo che la mia esperienza possa servire a far capire alla gente che è giusto voler apparire più giovani, e spero che possa aiutarla anche a capire dove rivolgersi, perché ci sono già passato.

1391442428Bieber_SHeldon

La gente può spendere i propri soldi in ville, macchine e droga, e nessuno ha niente da ridire. Ma se invece volesse spenderli per apparire più giovani, all’improvviso hanno tutti un problema. “Ho ricevuto tantissime e-mail di persone che mi chiedono chi sia il mio medico, che mi raccontano di aver subito operazioni che li hanno rovinati, di avere cicatrici o labbra deformi. Mi chiedono di aiutarli, ed è molto triste. Ho fatto tutto questo per me stesso. Onestamente sono sorpreso che sia diventata una cosa così enorme, ma per me va bene, perché spero che tutta questa storia possa far parlare di più della chirurgia plastica”.