Home Cinema Ricordavate Ray Charles nel raro “Ballad in blue”?

Ricordavate Ray Charles nel raro “Ballad in blue”?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:35

Ballad in blue dvd

Diretto dal Paul Henried che – autore, tra l’altro, di “Chi giace nella mia bara?” (1964) con Bette Davis e di tanta televisione – ha goduto anche di una lunga carriera d’attore spaziante da “L’inferno dei mari” (1933) a “L’esorcista II – L’eretico” (1977), è uno dei pochi titoli cinematografici in cui ricopre un ruolo di grande rilievo l’indimenticato cantante e pianista statunitense Ray Charles, privo di vista.
Girato in bianco e nero, infatti, “Ballata in blu” (1965) lo pone nei panni di se stesso per coinvolgerlo immediatamente in un’esibizione dinanzi a bambini non vedenti, dove diventa amico del piccolo David alias Piers Bishop, divenuto cieco da poco tempo.
E la vicenda raccontata si evolve con il musicista che, conosciuto durante un tour a Parigi un chirurgo che sta sperimentando una procedura radicale che potrebbe risolvere la cecità del ragazzino, si impegna a convincere l’iperprotettiva madre a permettergli di tentare l’operazione.

ballad-in-blue

 

 

 

 

 

 

 

Oltre a cercare di riconciliarla con il compagno sofferente di alcolismo; man mano che, da “Hit the road Jack!” a “Tell me what I say”, passando per “Unchain my heart”, l’indimenticabile voce nera del rock offre le sue performance per arricchire canoramente una gradevole operazione atta a fondere il dramma a suon di buoni sentimenti con i cosiddetti “musicarelli” in voga tra gli anni Cinquanta e Sessanta, i cui plot erano appositamente studiati per inserirvi l’idolo musicale di turno.
Quindi, se siete andati inutilmente alla sua ricerca per tanto tempo, Mustang Entertainment provvede a soddisfare la vostra fame di cinefilia in note rendendolo finalmente disponibile su supporto dvd italiano con il titolo originale “Ballad in blue”.

Francesco Lomuscio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news