Home News Alcune curiosità de “Il signore degli anelli – Le due torri”

Alcune curiosità de “Il signore degli anelli – Le due torri”

il-signore-degli-anelli-le-due-torri

Nei giorni scorsi vi abbiamo portato alla scoperta di alcune curiosità legate a Il signore degli anelli – La compagnia dell’anello e Il signore degli anelli – Il ritorno del re, primo e terzo tassello della trilogia che peter Jackson ha derivato da J.R.R. Tolkien. Quindi, è arrivato il momento di esplorare il secondo: “Il signore degli anelli – Le due torri”, nel quale Viggo Mortensen (Aragorn), fratturatosi due dita del piede dopo aver tirato un calcio all’elmo di un orco, pare abbia continuato a recitare nonostante l’infortunio.

Non a caso, Peter Jackson è rimasto meravigliato di quanto fosse convincente il suo grido di dolore, tanto da decidere di includere nell’editing finale la scena. Tra l’altro, Mortensen è rimasto talmente impressionato dal cavallo che cavalca nel film da decidere di comprarlo dai suoi legittimi proprietari.

Tra l’altro, pare non sia stato l’unico attore del set ad infortunarsi, in quanto In nella scena in cui insegue gli orchi insieme a Legolas e Gimli, Orlando Bloom si è fratturato due costole cadendo da cavallo e lo stuntman Brett Beattie si è fatto male a un ginocchio (anch’essi, però, hanno continuato a correre fino alla fine della ripresa).

E, a proposito di orchi, uno speciale colluttorio a base di liquirizia è ciò con cui gli attori che li hanno interpretati hanno dovuto fare sciacqui per ottenere il colorito nero all’interno delle proprie bocche. Per riuscire a fornire la sua performance vocale sopra le righe nei panni di Gollum, invece, l’attore Andy Serkis – che nella versione originale del film presta la voce anche ai tre orchi che litigano nell’accampamento di Fangorn – ha bevuto intere bottiglie di quello che chiamava “succo di Gollum”, ovvero un misto di miele, limone e zenzero.

Mentre, se vi state chiedendo come sia stato fatto il trucco dell’orbita vuota di un guerriero che si nota durante una scena di battaglia, sappiate che si tratta di una comparsa effettivamente priva di un occhio.

Infine, le urla di guerra dei diecimila Uruk-Hai sono state ottenute registrando i cori di oltre ventimila tifosi di cricket all’interno di uno stadio, diretti dallo stesso Jackson; mentre, quando Grima Vermilinguo vede l’armata di Saruman avvicinarsi, una lacrima non prevista dal copione scorre sulla sua guancia, ma, essendo l’attore Brad Dourif capace di lacrimare a comando, è parsa una buona idea.