Home News “Voices” in blu-ray per Universal

“Voices” in blu-ray per Universal

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
CONDIVIDI

VoicesChi sono le Bellas, anzi, le dolci e un po’ strambe Bellas? Sono la testarda tradizionalista Aubrey (Anna Camp), che maschera la sua ansia con facile irritabilità, Ciccia Amy (Rebel Wilson), autogiudicatasi migliore cantante della Tasmania, Lilly (Hana Mae Lee), ragazza tanto affabile quanto bramosa di evasione e d’improvvisazione musicale, la sensuale Stacie (Alexis Knapp), il maschiaccio Cynthia Rose (Ester Dean) e Chloe (Brittany Snow), la più accondiscendente del gruppo. Un gruppo femminile di cantanti a cappella cui si aggiunge Beca (Anna Kendrick), appena arrivata al college e che, appassionata di canto, si trova presto coinvolta, insieme alle altre, nella spietata guerra tra i cori del posto e, in particolare, contro i Monelli, comprendenti il Jesse (Skylar Astin) che si rivela subito attratto da lei. Una guerra destinata a movimentare e rendere frizzante l’oltre ora e cinquanta di visione tempestata di ottime rielaborazioni di vecchi e nuovi successi, da “I’m gonna be (500 miles)” dei Proclaimers a “Fuck you” di Lily Allen, ma che, in mezzo a sfide del botta e risposta e immancabili riti di iniziazione, lascia non poco spazio l’ironia. Perché, sebbene la trama e le immagini del film possano lasciar pensare all’ennesima, zuccherosa pellicola rosa incentrata sulla ricerca del successo nel mondo della musica, il primo lungometraggio cinematografico diretto dal televisivo Jason Moore – tratto dal romanzo “Pitch perfect: The quest for collegiate a cappella glory” di Mickey Rapkin – non si prende in realtà mai troppo sul serio, sfociando addirittura nel trash già a partire dalla sequenza di apertura. Un trash che riesce a non apparire mai invadente, rendendo anzi atipico il simpatico e godibile insieme che Universal rende disponibile su supporto blu-ray, corredato di tutt’altro che povera sezione extra. Infatti, nel mucchio abbiamo il video musicale “Starships”, variazioni comiche, dodici scene eliminate e prolungate, un dietro le quinte nella scuola e il commento audio di regista e produttori. Quindi, come recita la locandina, è arrivato il momento di tirare fuori la voce!    

Francesco Lomuscio