Home Cinema In sala, la sopravvivenza umana di Liam Neeson: “The Grey”

In sala, la sopravvivenza umana di Liam Neeson: “The Grey”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30
CONDIVIDI

Uscito nelle sale italiane il 5 dicembre, il thriller diretto da John Carnahan, “The Grey”, interpretato dal temerario Liam Neeson, in corsa per vincere l’Oscar. E’ la storia di un gruppo di operai di un oleodotto che si trovano a dover fare i conti con un imprevisto che li metterà a dura prova di soppravivenza. Infatti l’areo su cui viaggiavano precipita in una zona dell’Alaska priva di popolazione umana, dove a farla da padroni sono dei lupi affamati. Uno dei sopravvissuti, l’irlandese John Ottway (impersonato da uno straordinario Liam Neeson), si mette a capo della truppa che  cercherà di resistere alle temperature gelide della tundra e all’assalto di questi famelici animali che si sentono minacciati nel loro territorio. Il tutto si svolge con un ritmo frenetico, dove l’azione è al centro di tutto e la storia è resa più credibile dal fatto che Carnahan abbia voluto girare le scene veramente in condizioni climatiche estreme, dove la temperatura era quasi costantemente sotto i 20°. Spettacolari sequenze, a partire da quella dell’incidente aereo, fino allo scontro facciale con i lupi, che terranno tutti con il fiato sospeso e dove lo spettatore si immedesimerà nelle gesta dei protagonisti, costretti a fare i conti, inaspettatamente, con le creazioni della natura selvaggia e dove viene fuori la capacità di soppravvivenza dell’uomo che, una volta vistosi braccato, riesce a tirar fuori il suo vero  istinto animale.

Diego Pedullà