Home Senza categoria Happy Days, la sorella di Richie Cunningham ora vive da nomade….

Happy Days, la sorella di Richie Cunningham ora vive da nomade….

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31
CONDIVIDI

Gli ‘Happy Days’ sembrano finiti, per una delle star del famoso telefilm. Erin Moran, alias ‘Joaniè, ex sorellina pestifera di Richard Cunningham nella notissima serie cult, è ridotta sul lastrico. Secondo quanto riferisce Huffington Post, l’attrice americana vivrebbe attualmente in un parcheggio per roulotte di New Salisbury, Indiana. L’attrice sarebbe stata sfrattata, insieme al marito, dalla sua casa in California, e costretta quindi a ripiegare su un camper alla periferia della piccola cittadina statunitense. La Moran ha condiviso la notizia che la riguarda, rendendo noto di essere stata ‘licenziatà dai quartieri residenziali insieme al marito Steve Fleishmann e la madre. Nonostante la sua nuova realtà, ‘Joaniè sarebbe apparsa comunque di buon umore agli abitanti del luogo, che hanno riferito di averla avvistata ogni tanto nei bar della zona, anche se la star della sitcom così nota negli anni ’70-’80 viene riconosciuta da ben poche persone.

LA CARRIERA Divenuta famosa appena undicenne con il telefilm, la Moran è apparsa in ‘Celebrity Fit Club’, ma era riuscita a raccimolare solo poche serate dopo il periodo d’oro di ‘Happy days’. Nel 1982, la ormai 51enne attrice ottenne una partecipazione ad uno spin -off di ‘Happy Days’, dal titolo ‘Joanie ama Chachì, seguito da diversi piccoli ruoli da comparsa in serie tv come ‘Love Boat’ e ‘Murder, She Wrotè. L’attrice potrebbe essere comunque in procinto di ricevere a breve una discreta somma di denaro. Un giudice ha infatti recentemente deciso che la vivace sorellina di Richie e altri co-protagonisti di ‘Happy days’, Anson Williams, Marion Ross e Don Most, sono autorizzati ad adire le vie legali nel tentativo di recuperare alcune royalties sui guadagni della serie ‘Happy days’ in DVD. La CBS Studios e la Paramount Pictures avevano originariamente tentato di far archiviare il reclamo degli attori, sostenendo che a tutti i protagonisti era già stato pagato quanto dovuto. L’ammontare della cifra in questione andrebbe dai 250.000 ai 500.000 dollari.

Fonte: Leggo