Home News Incontri: Presentazione del libro ‘Al servizio della regina’, 20 marzo a Roma

Incontri: Presentazione del libro ‘Al servizio della regina’, 20 marzo a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:50
CONDIVIDI

Al Giufà Libreria Caffè
via degli Aurunci 38 (san Lorenzo) – Roma

martedì 20 marzo alle ore 18

presentazione del libro

Al servizio della regina
Autobiografia di una rivoluzionaria irlandese

 

 

Qualcuno l’ha definita “la Giovanna d’Arco d’Irlanda” e secondo il critico Austin Clarke poteva davvero sembrare, per la sua statura imponente e la notevole bellezza, il coraggio, la grazia, la “Regina senza corona” dell’isola di smeraldo.
Maud Gonne MacBride fu attrice assai nota sulla scena dublinese. Giornalista brillante e oratrice appassionata, fu soprattutto una fervente nazionalista. Una vita avventurosa la sua, raccontata in questa autobiografia che copre gli anni dell’infanzia e della giovinezza fino al matrimonio nel 1903.
Emancipata e di natura anticonformista, attraverso la sua incessante attività di giornalista e oratrice politica, riuscì a far conoscere al mondo le ragioni della sua patria, spezzando le restrizioni imposte alle donne irlandesi in ambito politico. Fondò una delle prime organizzazioni femminili del suo paese, cosa che le permise di aprire la strada alla partecipazione femminile alla politica del XX secolo.
Quella di Maud Gonne è una figura molto viva nella memoria degli irlandesi, sia il suo impegno politico sia per essere stata la musa ispiratrice di W.B. Yeats col quale ebbe una tormentata relazione durata quasi mezzo secolo.
Tradotta per la prima volta in Italia, questa formidabile autobiografia rappresenta oggi un documento storico dal valore inestimabile.

Maud Gonne MacBride (1866-1953) sin da giovanissima sposò la causa repubblicana contro il dominio coloniale britannico in Irlanda e non solo. La sua carriera teatrale e l’attivismo politico si sono fortemente intrecciate alla sua movimentata vita sentimentale che l’ha vista legata a esponenti di spicco del nazionalismo francese e irlandese. Fondatrice della Celtic literary society e musa ispiratrice di W.B. Yeats, nel 1903 aiutò il poeta e lady Augusta Gregory a fondare il primo teatro nazionale di Dublino: l’Abbey theatre. A causa del suo sostegno alla causa anti-inglese, è stata incarcerata due volte, nel 1918 e nel 1923. Suo figlio Seán MacBride è diventato statista della Repubblica d’Irlanda e insignito del Premio Nobel per la pace nel 1974. L’autobiografia A servant of the Queen ha visto le stampe per la prima volta nel 1938.