Home News I giovani talenti del cinema: Marco Foscari, l’attore del nuovo corso

I giovani talenti del cinema: Marco Foscari, l’attore del nuovo corso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:15
CONDIVIDI

I GIOVANI TALENTI DEL CINEMA MARCO FOSCARI –

Marco Foscari è un giovane attore dalle grandissime potenzialità, l’abbiamo raggiunto per fare due chiacchiere con lui in ESCLUSIVA per YouMovies.it.

1) Cosa vuol dire fare cinema per un giovane come te?

Fare cinema, secondo me, vuol dire essere fortunati. Se si ha questa possibilità, oltre che responsabilità, di esplorare il mezzo tecnico della macchina da presa si ha la fortuna di familiarizzare con una recitazione molto diversa da quella teatrale. Per cui per un attore fare cinema, fare cortometraggio, è innanzitutto una possibilità espressiva. E in secondo luogo un’occasione per conoscere moltissime persone in gamba, soprattutto giovani volenterosi e pieni di idee.

2) Cosa consigli ai ragazzi della tua età che vogliono prendere questa strada?

Studiare, studiare, studiare.

3) C’è ancora buon cinema in Italia, tra cinepanettoni e cinema di basso > livello?

Direi che in Italia c’è ancora lo spirito di poter portare a termine progetti che si discostino dalle logiche di mercato, ” Et in terra pax” nè è un esempio, film lowbudget che ha dimostrato che in Italia le cose si possono fare, che le idee ci sono e che il nostro cinema non è solo commedie e cinepanettone. Il fatto, secondo me, è che manca il sottobosco indipendente, manca la volontà di formare un panorama indipendente. Non lo so il perchè, ma il cinema lo fanno sempre gli stessi, e con i tagli non è certo facile allargare la professione. Le idee e la passione no, quelle non mancano.

4) Dove è nata la tua passione?

La mia passione è nata per caso. A 15 anni accompagnai un amico a fare un provino per entrare in una scuola amatoriale di teatro, feci anch’io il provino e ci presero entrambe. Poi da quello studio ne è nata una passione, ed eccomi qui.

5) Con chi ti piacerebbe lavorare? Quali sono i tuoi sogni?

Mi piacerebbe moltissimo lavorare con un ragazzo della mia età con cui abbia un rapporto di scambio di idee ed energia. Il mio sogno è di diventare bravo in questo mestiere.

 

6) Chi è che stimola la tua fantasia in questo mondo e che giorno dopo  giorno ti da  la forza per continuare?

La mia famiglia mi trasmette la forza di non arrendermi, la mia chitarra mi concede la fantasia.

 

Matteo Fantozzi